Borse dell'America Latina: San Paolo +0,1%, Città del Messico -0,5%

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso ieri in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,1% a 62.386,20 punti. Per il listino brasiliano si è trattato della sesta seduta positiva di fila. La Borsa di San Paolo ha beneficiato del rally del suo titolo di maggio peso, Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6): +3,8% a BRL 25,13. Il gruppo petrolifero ha annunciato che Maria das Gracas Silva Foster assumerà l'incarico di amministratore delegato al posto di Jose Sergio Gabrielli. La nomina di Silva Foster, finora direttrice del settore gas ed energia, dovrebbe garantire continuità nella strategia di Petrobras. Il settore dell'acciaio ha beneficiato dell'aumento dei prezzi dei metalli. Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato l'1,5% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) l'1,7%. Sui titoli delle imprese immobiliari sono scattate delle prese di beneficio. Cyrela (BRCYREACNOR7) ha chiuso in ribasso dello 0,3%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) dell'1,4% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) dello 0,3%. Gli economisti sono diventati più prudenti sul calo dei tassi in Brasile nella prima metà del 2012.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in ribasso dello 0,5% a 37.195,70 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha perso lo 0,8%, Cemex (MXP225611567) lo 0,7% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) l'1,4%. Banorte (MXP370711014) ha guadagnato il 2,3% e Grupo Mexico (MXP370841019) lo 0,6%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,6%, il General a Lima l'1,5% e il Colcap a Bogotà lo 0,2%. L'IPSA a Santiago del Cile ha perso lo 0,7%, l'IBVC a Caracas ha chiuso invariato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X