etoro

Borse dell'America Latina: San Paolo chiude ai massimi degli ultimi due mesi

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso ieri in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,6% a 69.979,28 punti. Era da circa due mesi che il listino brasiliano non saliva a tali livelli. Il settore dell'acciaio ha brillato anche oggi. Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato l'1,7%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) lo 0,8% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) lo 0,7%. Companhia Siderúrgica Nacional ha annunciato ieri che potrebbe scorporare alcune sue divisioni per creare del valore per gli azionisti. Il settore dell'acciaio ha beneficiato inoltre della notizia della forte crescita delle importazioni e delle esportazioni della Cina, il primo partner commerciale del Brasile. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato l'1,4%. Il prezzo del petrolio ha chiuso ieri a New York al di sopra di quota $82. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso l'1,3%. I prezzi dei principali metalli hanno chiuso ieri al NYMEX in ribasso.

L'IPC a Città del Messico ha perso meno dello 0,1% a 32.505,76 punti. Tra le blue chips messicane Cemex (MXP225611567) ha perso il 2,2%, Grupo Mexico (MXP370841019) l'1,3% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,2%. América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato lo 0,8%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,6%, l'IBVC a Caracas lo 0,7%, l'IGBC a Bogotà lo 0,1% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,6%. Il General a Lima ha perso lo 0,4%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS