eToro

Borse dell'America Latina: Scende San Paolo, sale Città del Messico

La maggior parte delle borse dell'America Latina ha chiuso oggi in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,5% a 70.609,10 punti. Gli economisti hanno alzato ulteriormente le loro stime sulla crescita dell'inflazione in Brasile nel 2011. La notizia ha fatto riaumentare i timori del mercato relativi alla futura politica monetaria della Banca Centrale brasiliana. Tra i bancari Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha chiuso in ribasso dell'1,2%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) dell'1,4% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) dell'1,4%. Nel settore immobiliare Cyrela (BRCYREACNOR7) ha perso l'1,3%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) l'1,5%, PDG Realty (BRPDGRACNOR8) lo 0,5% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) l'1,5%. Tra i titoli dei produttori di materie prime Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in ribasso dello 0,4%, Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato l'1,2%.

L'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,3% a 38.096,90 punti. La lista dei rialzi è stata guidata dai titoli delle compagnie recentemente scoporate da Grupo Carso (MXP461181085), il conglomerato controllato dal miliardario Carlos Slim. Minera Frisco (MX01MF010000) ha guadagnato il 13,4% e Inmuebles Carso (MX01IN2K0001) il 18,8%. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha chiuso in rialzo dello 0,4%, Cemex (MXP225611567) ha perso l'1% e Grupo Mexico (MXP370841019) lo 0,3%. Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) ha chiuso invariato.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,1%, il General a Lima lo 0,3%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,1% e il Colcap a Bogotà lo 0,3%. L'IBVC a Caracas ha chiuso invariato.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato