Borse dell'Europa dell'Est ancora negative, Praga la peggiore

Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso anche oggi in ribasso.

L'indice RTS ha perso a Mosca lo 0,1% a 1.400,77 punti. I volumi di scambio sono stati anche oggi al di sopra della media. Sul mercato azionario russo hanno pesato i timori relativi alla situazione della Grecia. Anche l'ultimo tentativo per formare un governo di coalizione è fallito. I greci torneranno a giugno alle urne. Nel finale di seduta l'indice RTS ha potuto recuperare terreno dopo i positivi dati macroeconomici pubblicati negli USA. Tatneft (RU0009033591) ha perso il 5,6%, Sberbank (RU0009029540) lo 0,7% e Magnit (RU000A0JKQU8) il 4,6%. Mostotrest (RU0009177331) ha guadagnato lo 0,8%. Gazprom (RU0007661625) ha chiuso a San Pietroburgo in ribasso del 2% a RUB 147,50.

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,8%, il PX a Praga l'1,9% e il WIG a Varsavia lo 0,9%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X