Borse dell'Europa dell'Est negative, Mosca -0,9%

CONDIVIDI
Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso.

L'indice RTS ha perso a Mosca lo 0,9% a 1.958,40 punti. I volumi di scambio sono calati sensibilmente rispetto a ieri e sono stati bassi. Anche sul mercato azionario russo ha pesato il deludente rapporto sul mercato statunitense del lavoro. La notizia ha fatto ritracciare fortemente il prezzo del petrolio. Tra i titoli del listino russo. IDGC (RU000A0JPVJ0) ha perso l'1,4% e LSRG (RU000A0JPFP0) l'1,4%. Sberbank (RU0009029540) e Gazprom (RU0007661625) hanno chiuso invariati.

Il BUX a Budapest ha perso lo 0,8% a 22.314,15 punti. Seduta negativa per MOL (HU0000068952) e OTP Bank (HU0000061726). Il titolo dell'impresa petrochimica ha perso l'1,3% e quello della prima banca ungherese l'1,6%. Gedeon Richter (HU0000067624) e Magyar Telekom (HU0000016522) hanno guadagnato rispettivamente lo 0,3% e lo 0,4%.

Il PX a Praga ha perso lo 0,9% a 1.219,60 punti. Tra i titoli principali del listino ceco Erste Group Bank (AT0000652011) ha chiuso in ribasso del 2,6%, Ceske Energeticke Zavody (CZ0005112300) dell'1,1% e NWR (NL0006282204) dello 0,5%. Komercni Banka (CZ0008019106) ha chiuso invariato, Telefónica O2 C.R. (CZ0009093209) ha guadagnato lo 0,1%.

Il WIG a Varsavia ha perso lo 0,7% a 48.700,58 punti. I bancari hanno sofferto come su tutte le piazze finanziarie europee. Tra i bancari PKO Bank Polski (PLPKO0000016) ha perso il 2,1%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) l'1,5%, Bank Handlowy (PLBH00000012) il 2,1% e BRE Bank (PLBRE0000012) l'1,5%. KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) ha chiuso in ribasso dello 0,6%. Il prezzo del rame è sceso oggi a Londra.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro