Borse Europa dell'Est: Scendono Mosca e Varsavia, vola Budapest

Tra le principali borse dell'Europa dell'Est solo Budapest ha potuto chiudere oggi in rialzo. La Borsa di Praga è rimasta ferma per una festività nella Repubblica Ceca.

L'indice RTS ha perso a Mosca lo 0,5% a 1.512,67 punti. Per il listino russo si è trattato della quarta seduta negativa di fila. I volumi di scambio sono scesi rispetto a ieri e sono stati nella media. Gli investitori continuano ad essere preoccupati a causa della difficile situazione in Europa. Fitch ha avvertito che la crisi potrebbe contagiare anche le banche statunitensi. Tra i titoli del listino russo LUKoil (RU0009024277) ha perso lo 0,7%, RusAl (RU000A0JR5Z5) lo 0,9% e Raspadskaya (RU000A0B90N8) lo 0,6%. Gazprom (RU0007661625) ha chiuso a San Pietroburgo in rialzo dell'1,5% a RUB 187,97.

Il BUX a Budapest ha guadagnato il 3,8% a 17.370,26 punti. Il governo ungherese ha annunciato che cercherà di ottenere una linea di credito dal Fondo Monetario Internazionale. Un'asta di bond ungheresi ha avuto inoltre oggi un esito positivo. Quasi tutti i titoli di maggior peso del BUX hanno chiuso in rialzo. OTP Bank (HU0000061726) ha guadagnato il 6,4%, MOL (HU0000068952) il 6,4% e Magyar Telekom (HU0000016522) l'1,2%. Gedeon Richter (HU0000067624) ha perso lo 0,7%.

Il WIG a Varsavia ha perso l'1,4% a 39.797,19 punti. Tra le blue chips polacche PKN Orlen (PLPKN0000018) ha chiuso in ribasso del 3,1%, PKO Bank Polski (PLPKO0000016) dell'1,4%, Bank Pekao (PLPEKAO00016) del 3,2%, PZU (PLPZU0000011) dello 0,9%, Telekomunikacja Polska (PLTLKPL00017) dello 0,1% e KGHM Polska Miedz (PLKGHM000017) del 2,3%. PGE (PLPGER000010) ha guadagnato lo 0,5%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X