La Borsa di San Paolo chiude in ribasso

Le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri contrastate.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,9% a 67.089,12 punti. Sulla Borsa di San Paolo hanno continuato a pesare i timori legati ad un possibile aumento dei tassi d'interesse in Brasile. Nel settore immobiliare, che dipende i particolar modo dal costo del denaro, Cyrela (BRCYREACNOR7) ha chiuso in ribasso del 2,9%, Gafisa (BRGFSAACNOR3) dello 0,5% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) del 2,9%. Tra i bancari Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha perso l'1,2%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) l'1,1% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) lo 0,5%. Dopo le perdite delle scorse sedute Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato lo 0,3%. Vale (BRVALEACNPA3), l'altro titolo di maggior peso del Bovespa, ha perso l'1%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato l'1,1% e il General a Lima lo 0,4%. Il Colcap a Bogotà ha chiuso invariato, l'IBVC a Caracas ha perso lo 0,2%. Le borse di Città del Messico e di Santiago del Cile sono rimaste ieri ferme.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS