La Borsa di San Paolo chiude per la terza seduta di fila in ribasso

Le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,5% a 69.023,75 punti. Per il listno brasiliano si è trattato della terza seduta negativa di fila. Una buona parte del mercato crede che la Banca Centrale del Brasile alzerà questa settimana i suoi tassi d'interesse. Nel settore immobiliare Gafisa (BRGFSAACNOR3) ha perso il 3,4%, Cyrela (BRCYREACNOR7) il 2,1% e Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) il 3,4%. Nel settore della distribuzione Lojas Americanas (BRLAMEACNPR6) ha perso il 4,6% e Lojas Renner (BRLRENACNOR1) il 2,1%. Sia le imprese immobiliari che quelle retail dipendono fortemente dall'andamento del costo del denaro. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso lo 0,8%. Il prezzo del petrolio ha chiuso ieri a New York in ribasso dell'1,8%. Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato controtendenza lo 0,6%. Credit Suisse ha espresso oggi ottimismo sulle prospettive del prezzo del ferro.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha perso lo 0,4%, l'IGBC a Bogotà lo 0,2%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,9%, il General a Lima lo 0,8% e l'IBVC a Caracas lo 0,3%. La Borsa di Città del Messico è rimasta ferma.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS