etoro

La Borsa di San Paolo scende, crolla Petrobras

Le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri contrastate.

Il Bovespa a San Paolo ha perso lo 0,5% a 67.691,85 punti. Sul listino brasiliano ha pesato soprattutto il crollo di Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6). Il titolo del gruppo petrolifero ha perso il 5,1%. Petroleo Brasileiro è stato venduto a piene mani in vista del suo mega-aumento di capitale in programma verso la fine di questo mese. Sul titolo ha pesato inoltre anche il calo del prezzo del petrolio. Vale (BRVALEACNPA3) ha perso lo 0,7%. I prezzi dei metalli di base hanno frenato ieri a Londra e a New York. Ancora bene i bancari. Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha guadagnato l'1,2%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) lo 0,5% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) l'1,4%. Gol Linhas Aereas (BRGOLLACNOR7) e TAM SA (BRTAMMACNOR5) hanno guadagnato rispettivamente il 3% e il 2,8%. Deutsche Bank ha avviato la copertura sui titoli delle due linee aeree brasiliane con "Buy".

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dello 0,4% a 33.058,00 punti. Tra le blue chips messicane Banorte (MXP370711014) ha guadagnato l'1,3% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,5%. América Móvil (MXP001691213) ha perso lo 0,1%, Cemex (MXP225611567) lo 0,5% e Grupo Mexico (MXP370841019) lo 0,3%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha perso lo 0,6% e il General a Lima lo 0,1%. L'IPSA a Santiago del Cile ha guadagnato lo 0,8%, il Colcap a Bogotà lo 0,5% e l'IBVC a Caracas lo 0,2%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS