Le borse di San Paolo e Città del Messico chiudono in netto calo

CONDIVIDI
Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri in ribasso.

Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,3% a 65.156,36 punti. Per il listino brasiliano si è trattato della quarta seduta negativa di fila. Il deludente dato sulle vendite di case esistenti negli USA ha fatto aumentare ulteriormente i timori del mercato relativi alle prospettive dell'economia. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha perso il 2%. Il prezzo del petrolio ha perso ieri a New York il 2%. Vale (BRVALEACNPA3) ha chiuso in calo del 2,3%. I prezzi dei metalli di base sono scesi ieri sia a Londra che a New York. Embraer (BREMBRACNOR4) ha perso il 3,9%. Un areo costruito dal gruppo brasiliano è caduto in fase di atterraggio in Cina causando la morte di 42 persone.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in ribasso del 2,4% a 31.364,89 punti. Cemex (MXP225611567) ha perso il 5,6%. Le vendite di case esistenti hanno registrato lo scorso mese negli USA un declino record. Gli USA sono un mercato chiave per il terzo produttore al mondo di cemento. Tra le altre blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha perso il 3,3%, Grupo Mexico (MXP370841019) il 2,6% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) lo 0,7%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha perso il 3,2%, il Colcap a Bogotà lo 0,1%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,4% e il General a Lima lo 0,4%. L'IBVC a Caracas ha chiuso invariato.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro