etoro

Le borse di San Paolo e Città del Messico chiudono in rialzo

Le borse dell'America Latina hanno chiuso anche ieri contrastate.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,5% a 65.160,33 punti. Il volume dei prestiti ha registrato a maggio in Brasile la sua più forte crescita da dieci mesi. La notizia ha fatto aumentare ulteriormente l'ottimismo del mercato sulle prospettive dell'economia brasiliana. Nel settore retail Lojas Americanas (BRLAMEACNPR6) ha chiuso in rialzo dell'1,9% e Lojas Renner (BRLRENACNOR1) dello 0,6%. Nel settore immobiliare Cyrela (BRCYREACNOR7) ha guadagnato l'1,4%, Rossi Residencial (BRRSIDACNOR8) il 2,3% e PDG Realty (BRPDGRACNOR8) l'1,6%. Nel settore dell'acciaio Companhia Siderúrgica Nacional (BRCSNAACNOR6) ha guadagnato lo 0,9%, Gerdau (BRGGBRACNPR8) lo 0,7% e Usiminas (BRUSIMACNPA6) il 3,8%. Vale (BRVALEACNPA3) ha chiuso in rialzo dell'1,3% nonostante i prezzi dei metalli di base siano calati ieri a New York. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in calo del 2,1%. L'impresa petrolifera ha rinviato la sua annunciata emissione di nuovi titoli da luglio a settembre. Il prezzo del petrolio ha perso inoltre ieri a New York l'1,9%.

L'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,6% a 32.663,29 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha chiuso in rialzo del 2,6% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) dello 0,3%. Cemex (MXP225611567) e Grupo Mexico (MXP370841019) hanno perso rispettivamente l'1,2% e lo 0,7%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha perso lo 0,1%, l'IBVC a Caracas lo 0,6% e il General a Lima lo 0,6%. Il Colcap a Bogotà ha guadagnato lo 0,3% e l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,2%.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS