Le borse di San Paolo e Città del Messico salgono per la sesta seduta di fila

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato lo 0,2% a 66.443,26 punti. Per l'indice brasiliano si è trattato della sesta seduta positiva di fila. Telemar Tele Norte Leste (BRTNLPACNOR3) ha guadagnato il 4,5%. Secondo delle voci di stampa Portugal Telecom (PTPTC0AM0009) avrebbe l'intenzione di acquistare il 30-40% del primo operatore brasiliano di telefonia mobile se dovesse cedere la sua partecipazione in Vivo (BRVIVOACNOR1) a Telefónica (ES0178430E18). Fibria Celulose (BRFIBRACNOR9) ha gaudagnato il 2,4%. Itau ha alzato il suo rating sul titolo del maggior fabbricante di cellulosa del mondo da "Underperform" a "Market Perform". Sui minerari sono scattate delle prese di beneficio MMX Mineração e Metálicos (BRMMXMACNOR2) ha perso lo 0,8% e Vale (BRVALEACNPA3) lo 0,3%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha guadagnato lo 0,4%. Il prezzo del petrolio ha chiuso ieri a New York invariato a circa $79.

L'IPC a Città del Messico ha guadagnato lo 0,5% a 32.958,89 punti. Anche per l'indice messicano si è trattato della sesta seduta positiva di fila. Tra i titoli principali dell'IPC América Móvil (MXP001691213) ha chiuso in rialzo dello 0,6%, Cemex (MXP225611567) dell'1% e Grupo Mexico (MXP370841019) dell'1,8%. Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) ha perso lo 0,1%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato lo 0,6%, il General a Lima lo 0,5%, l'IPSA a Santiago del Cile lo 0,9% e il Colcap a Bogotà l'1,7%. L'IBVC a Caracas ha chiuso invariato.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS