Le borse di San Paolo e Città del Messico salgono sulla scia di Wall Street

Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri in rialzo.

Il Bovespa a San Paolo ha guadagnato l'1,6% a 68.190,46 punti. Il mercato azionario brasiliano ha beneficiato del rally di Wall Street. Tra i bancari Banco do Brasil (BRBBASACNOR3) ha guadagnato il 2,2%, Banco Bradesco (BRBBDCACNPR8) l'1,7% e Itau Unibanco (BRITAUACNPR3) lo 0,8%. Petroleo Brasileiro (BRPETRACNPR6) ha chiuso in rialzo del 2,5%. Il prezzo del petrolio ha guadagnato ieri a New York l'1,6%. Vale (BRVALEACNPA3) ha guadagnato l'1,9%. I prezzi dei metalli di base sono saliti ieri sia a Londra che a New York. Embraer (BREMBRACNOR4) ha chiuso in rialzo del 3,9%. Il CEO del costruttore di aerei ha dichiarato di star negoziando su due acquisizioni in Europa. La notizia ha acceso la speculazione su delle possibili ulteriori commesse per Embraer dalla compagnia aerea britannica Flybe.

L'IPC a Città del Messico ha chiuso in rialzo dello 0,7% a 33.273,53 punti. Tra le blue chips messicane América Móvil (MXP001691213) ha guadagnato l'1,8%, Banorte (MXP370711014) lo 0,1%, Grupo Mexico (MXP370841019) il 2,5% e Wal-Mart de Mexico (MXP810081010) l'1,5%. Cemex (MXP225611567) ha perso il 2,5%.

Tra gli altri listini del continente sudamericano il Merval a Buenos Aires ha guadagnato il 2,4%, il General a Lima l'1% e il Colcap a Bogotà l'1,1%. L'IBVC a Caracas ha chiuso invariato. La Borsa di Santiago del Cile è rimasta ieri ferma.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS