Ericsson: Lehman e Morgan Stanley declassano il titolo

CONDIVIDI
Seduta estremamente negativa per i principali indici di borsa europei depressi dal prezzo del petrolio alle stelle e dal recente rally dell'euro nei confronti del dollaro. L'EuroStoxx 50 perde al momento l'1,9% a 2737,82 punti. Vanno a picco i titoli dell'industria automobilistica. L'alto prezzo dell'oro nero e il dollaro debole sono veleno per gli affari delle imprese del settore. DaimlerChrysler (DE0007100000) è in calo del 3,2%, Volkswagen (DE0007664005) dell'1,5% e Renault (FR0000131906) dell'1,9%. Ancora male gli assicurativi. Oltre ai timori legati alle indagini del Procuratore Generale di New York Eliot Spitzer il settore europeo soffre oggi a causa di un downgrade da parte di Smith Barney. La banca d'affari ha declassato il comparto assicurativo del Vecchio Continente da "Overweight" a "Neutral". AXA (FR0000120628) scende del 2,2%, Allianz (DE0008404005) del 2,3%. In questo clima negativo e dopo il tonfo di venerdà à‚¬ al Nasdaq scendono anche i titoli high-tech. STMicroelectronics (NL0000226223) perde il 2%, Nokia (FI0009000681) l'1,9% ed Ericsson (SE0000108656) il 3,4%. Il titolo dell'impresa svedese è stato declassato oggi da Lehman Brothers e Morgan Stanley (vedi: Ericsson: Lehman e Morgan Stanley declassano il titolo). Resiste controtendenza ENEL (IT0003128367): +1,8% a €6,78 che beneficia del successo del collocamento della terza tranche da parte del Tesoro. Il titolo dell'impresa italiana è l'unico a trovarsi al momento in terreno positivo sull'EuroStoxx 50.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption