Semiconduttori europei depressi da Infineon

CONDIVIDI
I principali titoli europei legati ai semicondutttori si trovano al momento in ribasso a causa delle notizie negative provenienti da Infineon (DE0006231004). Il gigante tedesco dei chip ha presentato oggi una deludente trimestrale e dato un debole outlook sui prossimi mesi. Nel suo quarto trimestre fiscale dell'esercizio 2003-2004 Infineon ha fatturato €1,99 miliardi e centrato le attese che erano di €1,98 miliardi. L'Ebit è stato però di soli €113 milioni, gli analisti avevano previsto in media €223 milioni. Sul bilancio dell'impresa hanno pesato oneri straordinari per alcune cause anti-trust negli USA. Questa circostanza aveva penalizzato i risultati di Infineon anche lo scorso trimestre. In una prima reazione gli analisti si sono mostrati delusi: gli oneri non erano stati infatti attesi, la sorpresa negativa rappresenterebbe una certa perdita di fiducia e non farebbe ben sperare per il futuro. Infineon ha inoltre dichiarato di attendere nei prossimi mesi un rallentamento dei suoi affari. Infineon avrebbe registrato un aumento delle scorte di magazzino mentre ci sarebbero dei segnali concreti per un calo della domanda. Inoltre la pressione sui prezzi dei chip continuerebbe ad essere alta. Per questo motivo nel corso dell'attuale trimestre i ricavi di tutte le divisioni principali di Infineon dovrebbero stagnare.
Infineon perde a Francoforte il 2,9% a €8,40. A Milano STMicroelectronics (NL0000226223) è in calo dello 0,8% a €15,12. Ad Amsterdam ASML (NL0000334365) è in ribasso dello 0,3% a €11,82.
Ieri il comparto aveva ancora potuto beneficiare di un giudizio positivo di J.P. Morgan su STMicroelectronics (vedi: Semiconduttori: J.P. Morgan alza il rating su STMicroelectronics).

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption