Settore alimentare: Morgan S. preferisce Unilever e Nestlé a Danone

CONDIVIDI
La compagnia aerea tedesca Lufthansa (DE0008232125) e la svizzera Swiss (CH0013269698) hanno annunciato ieri sera che la loro fusione è stata approvata definitivamente dai loro vertici. Lufthansa pagherà al massimo €310 milioni per rilevare Swiss che resterà in gran parte autonoma. Le sinergie dovrebbero raggiungere a partire dal 2007 circa €160 milioni all'anno. Gli analisti hanno valutato l'operazione positivamente per Lufthansa. Peter-Ola Hellgren della Landesbank Rheinland-Pfalz ha fatto notare che il prezzo d'acquisto dipenderà dal futuro successo delle attività operative di Swiss. I rischi per Lufthansa sarebbero bassi. Ottimista anche Jan Herbst di Sal. Oppenheim. Le spese per l'integrazione di Swiss dovrebbero essere moderate e venire pienamente compensate dalle sinergie. Lufthansa perde però al momento a Francoforte il 2,6% a €10,84. L'impresa ha comunicato oggi infatti un prudente outlook sul 2005. Una circostanza che ha deluso gli investitori. Dresdner Kleinwort Wasserstein ha ricordato che questo è lo stile di Lufthansa e che in virtù dell'alto prezzo del petrolio non bisogna meravigliarsi delle prudenti previsioni. Dresdner continua a consigliare l'acquisto del titolo ("Buy") con un target sul prezzo a €15. Un altro motivo per il ribasso di Lufthansa potrebbe consistere nel fatto che Standard & Poor's ha tagliato il rating sul debito da "Neutral" a "Negative". Dopo il volo delle precedenti sedute Swiss perde a Zurigo il 7,6% a CHF 8,87. Lufthansa ha inoltre comunicato che offrirà agli azionisti di Swiss CHF 8,96 per azione in contanti. Solo il 15% delle azioni di Swiss vengono trattate in borsa, il resto si trova nelle mani delle autorità svizzere e di altri grandi azionisti che hanno già dato il loro consenso alla fusione.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption