Mercati europei: Titoli acciaio e minerari sotto pressione

CONDIVIDI
Credit Suisse First Boston è fiduciosa sulla crescita del settore dei cellulari. La banca d'affari ha indicato che nei prossimi anni i costi per gli utenti nella telefonia mobile dovrebbero calare sensibilmente. Questa circostanza dovrebbe sostenere le vendite di telefonini fino al 2010. Credit Suisse First Boston attende per quest'anno un aumento delle vendite del 5,7% e per il 2006 dell'8,3%. Il prossimo anno il comparto dovrebbe ricevere degli impulsi positivi dalla diffusione di apparecchi WCDMA (Wideband Code-Division Multiple Access), la tecnologia di trasmissione per i servizi di telefonia mobile di terza generazione. Tra i singoli titoli gli esperti di CSFB restano scettici su Ericsson (SE0000108656). Secondo CSFB la joint venture Sony-Ericsson dovrebbe soffrire la pressione da parte della concorrenza nei paesi emergenti. CSFB ha tagliato perciò di circa il 7% le sue stime sull'utile per azione di Ericsson per il 2005 e il 2006. Il rating sul titolo è stato confermato ad "Underweight" con un target sul prezzo a SEK 19.
A Stoccolma Ericsson sale al momento dello 0,5% a SEK 21.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption