etoro

Petroliferi: Lehman declassa il settore a "Neutral"

Philips (NL0000009538) ha presentato oggi dei dati trimestrali di bilancio che non hanno soddisfatto le attese del mercato. Nel primo trimestre 2005 i ricavi del conglomerato olandese sono cresciuti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno del 2% a €6,64 miliardi. L'utile netto è calato dai €550 milioni del primo trimestre 2004 a €117 milioni. Gli analisti avevano atteso in media ricavi di €6,7 miliardi ed un utile netto di €148 milioni. Sul bilancio di Philips hanno pesato soprattutto le perdite registrate da LG.Philips LCD (US50186V1026), la sua joint venture degli schermi piatti con la coreana LG Electronics Corp (US50186Q2021). Debole anche l'andamento della divisione dei semiconduttori che ha presentato un calo dei ricavi del 3% e dell'utile operativo dell'80% rispetto al primo trimestre 2004. Philips ha dichiarato di non attendere un miglioramento sul mercato dei chip prima della seconda metà  dell'anno. Ad Amsterdam Philips perde al momento il 3,9% a €19,23. I dati di Philips hanno accelerato i ribassi dei titoli high-tech europei già  sotto pressione a causa della pessima performance dei mercati azionari statunitensi di venerdà à‚¬ scorso. Tra i semiconduttori Infineon (DE0006231004) e STMicroelectronics (NL0000226223) lasciano sul terreno rispettivamente il 3,1% e il 2,2%. Tra i titoli legati alle infrastrutture per le telecomunicazioni Alcatel (FR0000130007) perde il 3,8%, Nokia (FI0009000681) il 2,6% ed Ericsson (SE0000108656) il 2%. Il titolo dell'impresa svedese aveva registrato già  venerdà à‚¬ scorso delle forti perdite a causa dei deboli dati della sua joint venture Sony Ericsson, vedi: CCC.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS