Blue chips europee: I ratings di oggi

BMW, PPR, Renault, UniCredit ed UBS.

CONDIVIDI
Questa è la lista dei principali ratings oggi sulle blue chips europee dagli analisti delle più importanti banche d'affari.

BMW
(DE0005190003)

Credit Suisse ha alzato il suo rating su BMW da "Underperform" ad "Outperform" ed il target price da €22 a €32. Secondo la banca d'affari la pressione sulle vendite di BMW dovrebbe continuare nel breve termine. Credit Suisse crede però che nel medio-lungo termine l'impresa tedesca beneficerà notevolmente delle sue elevate capacità di innovazione. Secondo Credit Suisse sarebbe all'avanguardia nel settore dal punto di vista tecnico. Credit Suisse ha osservato a proposito che BMW è stata una delle prime imprese a puntare sull'iniezione diretta.

PPR
(FR0000121485)
J.P. Morgan ha tagliato il suo rating su PPR da "Neutral" ad "Underweight" ed il target sul prezzo da €87 a €80. Secondo la banca d'affari le prospettive dell'impresa francese sarebbero negli ultimi tempi ulteriormente peggiorate. J.P. Morgan ha osservato che la fiducia dei consumatori è scesa in Francia a dei minimi storici. J.P. Morgan non si attende un miglioramento nei prossimi mesi.

Renault (FR0000131906) del 5,6%,
Credit Suisse ha tagliato il suo rating su Renault da "Outperform" ad "Underperform" ed il target sul prezzo da €66 a €44. La banca d'affari non crede che Renault riuscirà a raggiungere gli obiettivi prefissati nel suo piano industriale "Contrat 2009". Credit Suisse ha indicato a proposito che il 2009 potrebbe essere il peggior anno per l'industria automobilistica europea degli ultimi vent'anni. Credit Suisse stima che Renault potrà raggiungere il prossimo anno un margine operativo del 4,4% invece del 6,0% previsto dalla stessa impresa francese.

UBS
(CH0024899483)
Sal. Oppenheim ha alzato il suo rating su UBS da "Neutral" a "Buy" e fissato un fair value a CHF 30. La casa d'investimento crede che UBS dovrà effettuare delle nuove svalutazioni. Sal. Oppenheim è però diventata più ottimista sul bilancio della grande banca svizzera. UBS sarebbe stata colpita molto duramente dalla crisi e dovrebbe quindi beneficiare in particolar modo di un possibile miglioramento della situazione. L'assemblea straordinaria del prossimo 2 ottobre potrebbe sostenere il titolo nel breve termine.

UniCredit
(IT0000064854)
Merrill Lynch ha confermato il suo rating di "Buy" su UniCredit ma tagliato il target da €5,40 a €4,00. La casa d'investimento ha anche ridotto le sue stime sull'utile per azione di UniCredit per gli anni 2008-2010 in media del 20%. Merrill crede però che UniCredit abbia liquidità a sufficienza. Agli attuali livelli sarebbe già scontato nel titolo un aumento di capitale per €5 miliardi. Merrill ha indicato a proposito che il management di UniCredit ha finora sempre dichiarato che una tale misura non è necessaria. Merrill ha infine osservato che UniCredit potrebe scorporare la sua unità immobiliare.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro