Borse europee: Ancora vendite sui bancari, in ripresa i petroliferi

SAP di nuovo sotto pressione dopo il warning di ieri. Vola Volkswagen.

CONDIVIDI
I principali listini azionari europei sono a metà seduta positivi, la seduta è stata però finora estremamente volatile. Il FTSE 100 guadagna a Londra l'1,1%, il DAX a Francoforte lo 0,5%, il CAC40 a Parigi l'1,9%, lo SMI a Zurigo l'1% e l'S&P/MIB a Milano lo 0,3%.
Il settore bancario resta sotto pressione. Il credit crunch si sta inasprendo sempre più ed una sua fine non è al momento affatto all'orizzonte. L'Islanda rischia seriamente la bancarotta. La Russia ha smentito infatti una notizia riportata dalla stessa Banca Centrale di Reykjavik secondo cui avrebbe deciso di concedere un prestito di emergenza per più di €4 miliardi (per ulteriori dettagli clicca qui). Secondo quanto riportano inoltre diverse fonti il Governo britannico starebbe preparando una parziale nazionalizzazione delle principali banche del Paese. Barclays (GB0031348658) ha però smentito di aver chiesto un'iniezione di liquidità al Ministero delle Finanze di Londra (per ulteriori dettagli clicca qui). Il titolo ha potuto ridurre le sue perdite e scende al momento di "solo" il 4,5%. Tra gli altri titoli del settore HBOS (GB0030587504) perde il 13,7%, Lloyds TSB (GB0008706128) il 7,2%, Royal Bank of Scotland (GB0006764012) il 24,4%, Dexia (BE0003796134) il 7,2%, Commerzbank (DE0008032004) il 9,7%, Deutsche Bank (DE0005140008) il 6,7%, UniCredit (IT0000064854) il 3,9% e Credit Suisse (CH0012138530) lo 0,9%.
Dopo il crollo di ieri SAP (DE0007164600) perde un ulteriore 8,6%. Il primo produttore europeo di software ha tagliato ieri le stime sul suo fatturato nel terzo trimestre (per ulteriori dettagli clicca qui).
Sempre a Francoforte Volkswagen (DE0007664005) sale di circa il 30%. I motivi dell'eccezionale balzo del titolo non sono del tutto chiari (per ulteriori dettagli clicca qui). Sembra probabile che si tratti però di un mega short-squeeze causato dall'eccezionale situazione sul mercato dei derivati in seguito al collasso di Lehman Brothers.
I petroliferi riprendono vigore. Royal Dutch Shell (GB00B03MLX29) guadagna il 3,7%, BP (GB0007980591) il 3,8%, Total (FR0000120271) il 4,8% ed Eni (IT0003132476) l'1,9%. Il prezzo del petrolio sale al momento al Globex di più di $3 al barile.

Conosci il SOCIAL TRADING ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo su eToro e inzia a copiarli !  Disponibile conto demo gratuito con 100.000€ virtuali. Prova ora >>

Conosci il SOCIAL TRADING ? Scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo su eToro e inzia a copiarli !  Disponibile conto demo gratuito con 100.000€ virtuali. Prova ora >>

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro