Credit Suisse bearish sul settore petrolifero

Un laptop mostra un grafico

Credit Suisse è bearish sul settore petrolifero. La banca d’affari crede che a causa del rallentamento economico il prezzo del petrolio possa scendere, in uno scenario negativo, il prossimo anno anche a $40 al barile. Credit Suisse indica inoltre in una nota che i notevoli investimenti effettuati dalle imprese petrolifere peseranno in futuro sulla loro profittabilità. Credit Suisse osserva infine che negli ultimi dieci anni il settore ha registrato solo una modesta crescita dei suoi volumi ed ha perso parte del suo potere relativo alla modulazione dei prezzi. Tra i singoli titoli Credit Suisse ha declassato BP (GB0007980591) e OMV (AT0000743059) da “Outperform” a “Neutral” e Eni (IT0003132476), Total (FR0000120271) e StatoilHydro (NO0010096985) da “Neutral” ad “Underperform”.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borse Europee

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.