Blue chips europee: I ratings di oggi

Anglo American, AstraZeneca, Banco Bilbao, ENEL ed Eni.

Questa è la lista dei principali ratings emessi oggi sulle blue chips europee dagli analisti delle più importanti banche d'affari.

Anglo American (GB0004901517)
RBC Capital Markets ha avviato la copertura su Anglo American con "Underperform" ed un target price a 1.100 p. La casa d'investimento ha osservato che la domanda nel settore resta debole e che il colosso minerario è fortemente indebitato. Secondo RBC il management di Anglo American dovrebbe ridurre i costi in alcune miniere e studiare dei cambiamenti nella struttura del gruppo.

AstraZeneca (GB0009895292)
Citigroup ha tagliato il suo rating su AstraZeneca da "Hold" a "Buy" ed il target price da 2.800 p a 3.100 p. La banca d'affari ha indicato che l'impresa farmaceutica ha fornito ieri un prudente outlook. Citigroup ha osservato inoltre che i tassi di cambio sono diventati meno favorevoli per AstraZeneca. Il titolo resterebbe a carattere difensivo ma avrebbe allo stesso tempo solo un limitato potenziale.

Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (ES0113211835)
Credit Suisse ha tagliato il suo rating su Banco Bilbao da "Outperform" a "Neutral" ed il target price da €14,50 a €11. Credit Suisse ha osservato che il Messico, la Spagna e gli Stati Uniti entreranno molto probabilmente in un periodo di recessione. Credit Suisse è diventata perciò più prudente sulla crescita degli utili della banca spagnola.

ENEL
(IT0003128367)
UBS ha alzato il suo rating su ENEL da "Neutral" a "Buy" ed il target price da €4,70 a €5,30. Secondo UBS il titolo sarebbe chiaramente sottovalutato. Anche ammettendo uno scenario estremamente negativo ENEL quoterebbe con uno sconto del 20% rispetto al suo valore intrinseco. ENEL si sarebbe assicurata inoltre l'accesso a €16 miliardi di liquidità. UBS crede perciò che un aumento di capitale sia improbabile e che ENEL pagherà anche nel 2009 e nel 2010 un dividendo di €0,49 per azione.

Eni (IT0003132476)
UniCredit ha tagliato il suo rating su Eni da "Buy" a "Hold" ed il target price da €23 a €19. UniCredit ha spiegato il downgrade con le deboli prospettive del prezzo del petrolio. UniCredit crede che il dividendo di Eni resterà stabile a €1,30 per azione fino al 2012.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS