Blue chips europee: I ratings di oggi

BNP Paribas, E.ON, Roche, Royal Bank of Scotland ed Unilever.

CONDIVIDI
Questa è la lista dei principali ratings emessi oggi sulle blue chips europee dagli analisti delle più importanti banche d'affari.

BNP Paribas (FR0000131104)
Deutsche Bank ha alzato il suo rating su BNP Paribas da "Hold" a "Buy". Deutsche Bank giudica positivamente l'acquisto delle attività bancarie di Fortis da parte di BNP Paribas. Secondo Deutsche Bank l'operazione sarebbe strategicamente sensata e sarebbe stata effettuata ad un prezzo molto vantaggioso. Deutsche Bank crede che i rischi di un aumento di capitale presso BNP Paribas siano bassi nel breve termine. BNP Paribas si troverebbe inoltre in una buona posizione per beneficiare di un eventuale miglioramento delle condizioni di mercato nell'investment banking.

E.ON
(DE0007614406)
WestLB ha tagliato il suo rating su E.ON da "Buy" a "Neutral". La casa d'investimento ha spiegato il downgrade con il profit warning lanciato dal colosso delle utilities. WestLB ha osservato inoltre che E.ON non ha escluso un taglio del dividendo per il 2009.

Roche
(CH0012032048)
ING ha alzato il suo rating su Roche da "Hold" a "Buy" ed il target price da CHF 183 a CHF 187. ING crede che Roche non pagherà per la quota di minoranza di Genentech più di $100 per azione. ING si attende inoltre delle notizie positive dai nuovi studi sul farmaco anticancro Avastin.

Royal Bank of Scotland
(GB0007547838)
Citigroup
ha tagliato il suo rating su Royal Bank of Scotland da "Buy" a "Hold" ed il target price da 35 p a 20 p. Citigroup ha spiegato il downgrade con i costi legati all'adesione di Royal Bank of Scotland al programma promosso dal Governo britannico per ripulire i bilanci delle banche dagli assets tossici. Secondo Citigroup, inoltre, Royal Bank of Scotland avrà bisogno di più capitale per ammortizzare le sue ulteriori perdite.

Unilever (NL0000009355)
ING ha alzato il suo rating su Unilever da "Hold" a "Buy" ma tagliato il target price da €19 a €18,50. Secondo ING i rischi legati alla crisi economica sarebbero ormai scontati nel titolo. Unilever dovrebbe beneficiare del calo dei prezzo delle materie prime. In virtù del suo solido bilancio, del suo elevato rendimento e del suo cashflow Unilever sarebbe al momento sottovalutato.

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
+