La Bundesbank taglia le sue previsioni sull'economia per il 2012 e il 2013

la-bundesbank-taglia-le-sue-previsioni-sulleconomia-per-il-2012-e-il-2013
L'economia tedesca dovrebbe registrare il prossimo anno solo una modesta crescita. © Shutterstock

La Bundesbank si attende ora per il prossimo anno un aumento del PIL tedesco di solo lo 0,4%.

CONDIVIDI

La Bundesbank è diventata decisamente più prudente sulle prospettive dell'economia. La Banca Centrale tedesca ha tagliato le sue previsioni sul PIL della Germania per il 2012 da +1% a +0,7% e per il 2013 da +1,6% a +0,4%. Il taglio è stato effettuato a causa degli effetti della crisi del debito in Europa e del rallentamento dell'economia globale. La Bundesbank non esclude per il semestre invernale 2012-2013 una contrazione dell'attività economica. La Bundesbank crede però che grazie ai suoi buoni fondamentali l'economia tedesca supererà la fase di debolezza senza che ci siano dei grossi danni, soprattutto sull'occupazione. Per il 2014 la Bundesbank prevede una crescita dell'1,9%, "se la crisi del debito in Europa non si inasprisce ulteriormente e se l'insicurezza presso investitori e consumatori svanisce gradualmente". Il tasso di disoccupazione dovrebbe aumentare leggermente nel 2013 al 7,2% ma riscendere al 7% nel 2014. Per quanto riguarda l'inflazione la Bundesbank si attende per il 2012 un aumento del 2,1%, per il 2013 dell'1,5% e per il 2014 dell'1,6%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption