Draghi: La ripresa nella seconda metà dell'anno è a rischio

draghi-la-ripresa-nella-seconda-meta-dellanno-e-a-rischio
Il presidente della BCE, Mario Draghi. ©matthi - Shutterstock

Draghi ha indicato che la debolezza dell'economia si è estesa nella prima parte del 2013.

CONDIVIDI

La politica monetaria della Banca Centrale Europea resterà accomodante finché sarà necessario. Lo ha dichiarato oggi Mario Draghi nella conferenza stampa che ha seguito la riunione del consiglio direttivo dell'istituto di Francoforte. Draghi ha indicato che la debolezza dell'economia si è estesa nella prima parte del 2013. Draghi ha inoltre avvertito che la graduale ripresa attesa nella seconda metà dell'anno è soggetta a rischi. Secondo Draghi, quindi, sarebbe essenziale che i Paesi della zona euro intensifichino le riforme strutturali e proseguano con il consolidamento fiscale e la ristrutturazione del sistema finanziario. Draghi ha spiegato che la BCE non può compensare la mancanza d'azione dei governi. Draghi ha confermato che le aspettative d'inflazione continuano ad essere fermamente ancorate. Per quanto riguarda Cipro Draghi ha sottolineato che il piano di salvataggio dell'isola non è da considerare un modello per il futuro. Draghi ha dichiarato di aver avuto una conversazione telefonica con il presidente italiano, Giorgio Napolitano, ma non ha voluto fornire dettagli sul suo contenuto.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro