Crisi: La Commissione Europea taglia le sue previsioni di crescita

crisi-la-commissione-europea-taglia-le-sue-previsioni-di-crescita
La Commissione Europea ha tagliato le sue previsioni per la zona euro. © Shutterstock

Bruxelles si attende ora per il 2013 un calo del PIL della zona euro dello 0,4%.

CONDIVIDI

La Commissione Europea ha tagliato le sue previsioni sull'economia della zona euro. Bruxelles prevede ora per il 2013 un calo del PIL dello 0,4%, contro il -0,3% atteso precedentemente. Secondo la Commissione Europea dopo la recessione del 2012 l'economia si stabilizzerà nella prima metà di quest'anno. Nel secondo semestre è prevista una lenta ripresa prima che la crescita acceleri nel 2014. La Commissione Europea prevede per il prossimo anno un aumento del PIL della zona euro dell'1,2%. In precedenza aveva previsto un aumento dell'1,4%. Tra le grandi economie solo la Germania dovrebbe registrare quest'anno una crescita (+0,4% contro il +0,5% atteso precedentemente). Il PIL della Francia dovrebbe calare dello 0,1% (dato rivisto da +0,1%), quello dell'Italia dell'1,3% (da -1%) e quello della Spagna dell'1,5% (da -1,4%). La Commissione Europea prevede che l'economia tedesca crescerà il prossimo anno dell'1,8% (dato rivisto da +2%), quella francese dell'1,1% (da +1,2%), quella italiana dello 0,7% (da +0,8%) e quella spagnola dello 0,9% (da +0,8%). La Commissione Europea avverte che la ripresa dell'economia è troppo debole per ridurre la disoccupazione. Il tasso di disoccupazione dovrebbe aumentare nel 2013 rispetto al 2012 dall'11,4% al 12,2%. Per il 2014 è atteso un lieve calo al 12,1%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption