Auto: Le immatricolazioni calano in Europa ai minimi dal 1993

auto-le-immatricolazioni-calano-in-europa-ai-minimi-dal-1993
Il mercato europeo dell'auto ha registrato lo scorso mese un forte declino. © Shutterstock

Le immatricolazioni sono calate in Europa a maggio del 5,9%.

CONDIVIDI

L'ACEA, l'associazione dei costruttori europei di automobili, ha comunicato questa mattina che le immatricolazioni sono calate in Europa (UE) a maggio, da anno ad anno, del 5,9% a circa 1,04 milioni di unità. Si è trattato del più basso livello dal maggio del 1993. Nei primi cinque mesi del 2013 le immatricolazioni sono calate in Europa del 6,8% a 5,07 milioni di unità.
Tra i grandi Paesi europei il settore dell'auto ha registrato lo scorso mese una crescita solo nel Regno Unito (+11%). Le immatricolazioni sono calate in Germania del 9,9%, in Italia dell'8%, in Francia del 10,4% e in Spagna del 2,6%. 
Per quanto riguarda i singoli costruttori, le immatricolazioni di Daimler (DE0007100000) sono aumentate a maggio dello 0,7%, quelle di Nissan (JP3672400003) del 5,8%, quelle di Mazda Motor (JP3868400007) del 29,8%, quelle di Hyundai Motor (KR7005380001) dell'1,9% e quelle di Jaguar Land Rover del 9,8%.
Fiat
(IT0001976403) ha registrato un calo delle immatricolazioni del 10,8%, Peugeot (FR0000121501) del 13,2%, Ford (US3453708600) dello 0,3%, General Motors (US37045V1008) dell'11,3%, BMW (DE0005190003) del 7,2%, Renault (FR0000131906) del 10%, quelle di Volkswagen (DE0007664005) del 2,8%, quelle di Toyota (JP3633400001) del 4,9%, quelle di KIA Motors (KR7000270009) del 3,5%, quelle di Honda (JP3854600008) del 3,5% e quelle Volvo Car Group del 3,5%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption