Pressione fiscale record nel 2013, 44,2% del PIL

pressione-fiscale-record-nel-2013-442-del-pil-
La pressione fiscale continua ad aumentare in Italia. © Shutterstock

Ogni italiano pagherà quest'anno quasi 12.000 euro di tasse.

CONDIVIDI

La pressione fiscale raggiungerà quest'anno in Italia un nuovo livello record. Lo denuncia la Cgia di Mestre.

L'associazione mestrina ha calcolato che ogni italiano pagherà nel 2013 per imposte, tasse e contributi per €11.629. Si tratta di un aumento di ben il 120% rispetto a quanto pagato nel 1980 (€5.272 al netto dell'inflazione). Trentatre anni fa il gettito fiscale e contributivo era di soli €63,8 miliardi. Quest'anno lo Stato incasserà €694 miliardi.

La pressione fiscale raggiungerà il 44,2% del PIL, un livello mai visto in passato, ben il 12,8% in più rispetto al 1980. La stima della Cgia è leggermente inferiore a quella del governo. Nel Documento di economia e finanza pubblicato lo scorso aprile l'esecutivo aveve previsto per il 2013 un aumento della pressione fiscale al 44,4%.

La Cgia osserva di aver tenuto conto delle disposizioni fiscali introdotte successivamente. È stato inoltre considerato l'impegno del governo di cancellare, per il 2013, la seconda rata dell'Imu sull'abitazione principale e il peggioramento delle condizioni dell'economia che avrà un impatto negativo sul PIL. 

La Cgia avverte che la pressione fiscale reale, ovvero al netto dell'economia sommersa, è di gran lunga superiore (53,6%). Una situazione insostenibile per i contribuenti onesti e l'intero Paese.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro