Philips, utile in calo nel secondo trimestre, ma meno delle attese

Philips (NL0000009538) ha annunciato oggi che nel secondo trimestre del 2014 il suo utile netto è calato del 23% a €242 milioni. A pesare sul conglomerato olandese sono stati la forza dell’euro e la debolezza delle attività healthcare.

L’Ebita si è attestato a €415 milioni, in calo del 31% rispetto al secondo trimestre del 2013. I ricavi sono scesi del 6% a €5,29 miliardi. Gli analisti avevano previsto un utile di €164 milioni, un Ebita di €400 milioni e ricavi di €5,4 miliardi. Da notare è che Philips ha beneficiato di una minore aliquota fiscale.

Il CEO Frans von Houten ha indicato di attendersi che l’Ebita crescerà nel secondo semestre su base annua a seguito delle misure prese volte a ridurre i costi.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borse Europee

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.