etoro

BCE, Weidmann ribadisce no ad acquisti di bond sovrani

 BCE, Weidmann ribadisce no ad acquisti di bond sovrani
Nuovo nein di Weidmann ad un programma di allentamento quantitativo. © Shutterstock

Secondo Weidmann un allentamento quantitativo non sarebbe necessario. Il basso prezzo del petrolio sarebbe come un programma congiunturale.

Jens Weidmann, il presidente della Bundesbank, ha ribadito la sua contrarietà all'acquisto di bond sovrani da parte della Banca Centrale Europea.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

"Mi irrita il fatto che nel dibattito pubblico si senta ultimamente solo una domanda: quando comincerete ad acquistare?". Ha spiegato Weidmann in un'intervista al quotidiano "Frankfurter Allgemeine Zeitung".

Weidmann ha ancora una volta sottolineato i rischi di un allentamento quantitativo: "Per le perdite derivanti da questi acquisti sono responsabili congiuntamente le banche centrali dell'Eurozona, quindi, alla fine, sono i contribuenti a pagare".

Secondo Weidmann, inoltre, una tale misura non sarebbe affatto necessaria per sostenere la crescita. "L'Europa non va così male come si creda". Weidmann ha indicato che gli economisti prevedono per il 2015 una ripresa. Il basso prezzo del petrolio avrebbe oltre a ciò l'effetto di un pacchetto di stimoli. "Abbiamo ricevuto un programma congiunturale gratuito, perchè aggiungerne uno di natura monetaria?", ha domandato.

Weidmann ha infine invitato la BCE a non cedere alle pressioni esterne. A detta del numero uno della banca centrale tedesca le aspettative dei mercati su un piano di acquisti di bond non dovrebbero in alcun modo influenzare le decisioni del consiglio direttivo dell'Eurotower.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS