eToro

Borse europee: Chiusura in rosso, a picco minerari e petroliferi

Borse europee: Chiusura in rosso, a picco minerari e petroliferi
Le borse europee hanno chiuso in rosso. © Shutterstock

Londra ha perso il 2,5%, Madrid l'1,4%, Parigi l'1,1%, Zurigo lo 0,3% e Francoforte lo 0,7%.

Tutte le principale borse europee hanno chiuso oggi in rosso. Il FTSE 100 a Londra ha perso il 2,5%, l'IBEX 35 a Madrid l'1,4%, il CAC40  a Parigi l'1,1%, lo SMI a Zurigo lo 0,3% e il DAX a Francoforte lo 0,7%.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso dell'1,2%.

Richard Fisher, il presidente della Fed di Dallas, ha esortato l'istituto centrale ad alzare "tempestivamente" i suoi tassi d'interesse. A pesare sono inoltre i timori relativi alla situazione della Grecia e al rallentamento dell'economia cinese.

Il forte calo dei prezzi delle materie prime ha penalizzato i settori minerario e petrolifero. Tra i minerari sono deboli. Anglo American Antofagasta (GB0000456144) il 5,5%. Tra i petroliferi BP (GB0007980591) ha perso il 4% e Total (FR0000120271) il 3,2%.

Credit Suisse (CH0012138530) ha guadagnato il 7,8%. La banca svizzera ha annunciato a sorpresa la sostituzione del suo CEO. Brady Dougan lascerà la carica alla fine di giugno. Credit Suisse sarà guidata in futuro da Tidjane Thiam, attualmente il numero uno del gruppo assicurativo britannico Prudential (GB0007099541).

EdF (FR0010242511) ha guadagnato l'1,9%. Il ministro francese dell'economia ha escluso una fusione "vera e propria" tra il colosso elettrico e Areva (FR0004275832).

RWE (DE0007037129) ha perso il 2,8%. L'utile del maggiore produttore tedesco di energia elettrica è calato lo scorso anno del 45%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X