Bank of England lascia i tassi fermi ma taglia stime inflazione

Bank of England lascia i tassi fermi ma taglia stime inflazione
La sede della Bank of England. © Shutterstock

La Bank of England prevede ora che l'inflazione crescerà nel 2015 dello 0,3%. Scende la sterlina.

CONDIVIDI

La Banca d'Inghilterra ha confermato la sua espansiva politica monetaria. Come atteso dai mercati finanziari i tassi d'interesse sono stati confermati allo 0,50%.

Il costo del denaro è nel Regno Unito fermo ai minimi storici da più di sei anni, dal marzo del 2009.

La Bank of England ha lasciato invariato anche il suo programma di acquisti di asset a 375 miliardi di sterline.

Dalle minute dell'odierna riunione emerge che un solo membro del board, Ian McCafferty, ha votato a favore di un aumento dei tassi, dallo 0,5% allo 0,75%. Gli analisti avevano previsto che almeno due membri proponessero un rialzo.

La Bank of England ha pubblicato parallelamento il suo rapporto sull'inflazione. Le previsioni di crescita per il 2015 sono state riviste al rialzo, da +2,5% a +2,8%. Per il 2016 la Bank of England continua ad attendersi un aumento del PIL del 2,6%. Le previsioni di inflazione per il 2015 sono state riviste al ribasso, dallo 0,6% allo 0,3%. L'istituto centrale britannico prevede ora che il suo target del 2% verrà raggiunto nel giorno dei prossimi due anni invece che all'inizio del 2017.

Dopo le indicazioni arrivate dalla Bank of England la sterlina si è indebolita. Il cambio sterlina-dollaro è sceso fino a 1,5468, da 1,5603 di ieri sera.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro