Borse europee chiudono deboli, cresce tensione per Fed

Borse europee chiudono deboli, cresce tensione per Fed
Le borse europee hanno chiuso deboli. © Shutterstock

Londra ha perso lo 0,5%, Parigi lo 0,7%, Zurigo lo 0,9% e Madrid lo 0,4%. Vendite su bancari e minerari. Bene Alcatel-Lucent e Nokia.

CONDIVIDI

Quasi tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,5%, il CAC40 a Parigi lo 0,7%, lo SMI a Zurigo lo 0,9% e l'IBEX a Madrid lo 0,4%. Il DAX a Francoforte ha guadagnato lo 0,1%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso dello 0,4%.

La seduta è stata volatile. Con l'avvicinarsi della riunione della Fed sui mercati sta crescendo la tensione. Gli investitori continuano inoltre ad essere preoccupati a causa delle difficoltà della Cina. I dati pubblicati durante il fine settimana hanno confermato che la seconda economia mondiale si sta indebolendo.

Tra i minerari, che sono esposti significativamente sul mercato cinese, Glencore (JE00B4T3BW64) ha perso il 4,4% e Antofagasta (GB0000456144) il 2,5%.

Anche i bancari hanno chiuso deboli. Barclays (GB0031348658) ha perso l'1,5%, Crédit Agricole (FR0000045072) il 2,8% e Banco Popular (ES0113790531) il 2,1%.

Alcatel-Lucent (FR0000130007) e Nokia (FI0009000681) hanno guadagnato il 2%. Le autorità antitrust statunitensi hanno dato il via libera alla fusione tra le due compagnie.

Infineon (DE0006231004) ha guadagnato il 2%. L'autorevole rivista finanziaria "Barron's" ha espresso nel suo ultimo numero ottimismo sulle prospettive del produttore tedesco di chip.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro