Borsainside.com

OCSE taglia stime crescita globale, preoccupa la debolezza del commercio

OCSE taglia stime crescita globale, preoccupa la debolezza del commercio
L'OCSE ha tagliato le sue stime di crescita globale. © Shutterstock

L'OCSE prevede ora che il PIL globale aumenterà nel 2015 del 2,9%.

L'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) ha tagliato le sue stime di crescita per l'economia globale a causa del rallentamento delle economie emergenti e del commercio mondiale.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

L'organizzazione con sede a Parigi prevede ora per il 2015 un aumento del PIL globale del 2,9%, dal +3,1% stimato a giugno. La stima per il 2016 è stata rivista a +3,3% da +3,8%.

“La crescita globale si rafforzerà modestamente nei prossimi due anni, mentre le pressioni inflazionistiche resteranno contenute”, indica l’OCSE, che per il 2017 prevede una crescita del 3,6%.

Catherine Mann, la capo economista dell'OCSE, si è detta preoccupata a causa della debolezza del commercio globale. "Il commercio è un importante indicatore dell'andamento dell'output globale e la sua performance osservata finora nel 2015, è stata associata nel passato a una recessione globale", ha osservato la Mann.

L’indebolimento del commercio mondiale è stato causato soprattutto dal rallentamento in Cina. Tuttavia, dopo le misure di stimolo lanciate da Pechino, l’OCSE ha alzato le sue previsioni per il PIL cinese nel 2015 da +6,7% a +6,8%. Le previsioni per il 2016 sono state confermate a +6,5%, mentre per il 2017 l’OCSE prevede +6,2%.

L'OCSE è particolarmente pessimista per il Brasile. La recessione sarà quest'anno più grave del previsto (previsione: -3,1%) e continuerà nel 2016 (previsione: -1,2%).

Le stime per gli Stati Uniti sono state riviste a +2,4% nel 2015 e +2,5% nel 2016 contro +2% e +2,8% di giugno. Per il 2017 l’OCSE prevede che l’economia statunitense crescerà del 2,4%.

Per la zona euro l'OCSE prevede per quest'anno una crescita dell'1,5% (da +1,4% a giugno), mentre la stima per il 2016 è stata tagliata a +1,8% da +2,1%. Nel 2017 l’Eurozona dovrebbe crescere dell’1,9%.

Migliorate di 0,2 punti percentuali le stime sull'Italia nel 2015 a +0,8%, mentre il 2016 scende a +1,4% da +1,5%. Per il 2017 l’OCSE prevede +1,4%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS