Borsainside.com

Borse europee: Prevale il segno più, brillano Airbus e Vonovia

Borse europee: Prevale il segno più, brillano Airbus e Vonovia
La maggior parte delle borse europee ha chiuso in rialzo. © Shutterstock

Francoforte ha guadagnato l’1,3%, Parigi lo 0,9% e Zurigo lo 0,3%. Acquisti sul settore del consumo. Crolla Electrolux.

La maggior parte delle principali borse europee ha chiuso oggi in rialzo. Il DAX a Francoforte ha guadagnato l’1,3%, il CAC40 a Parigi lo 0,9% e lo SMI a Zurigo lo 0,3%. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,2% e l'IBEX a Madrid lo 0,4%.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è salito dello 0,9%.

Wall Street ha incrementato venerdì scorso i guadagni dopo che Mario Draghi ha dichiarato in un intervento a New York che non ci sono limiti agli stimoli che la BCE può lanciare. Sulle piazze finanziarie del Vecchio Continente sono scattate oggi di conseguenza delle ricoperture.

Il settore del consumo è stato uno dei migliori. Danone (FR0000120644) ha guadagnato l’1,5%, Unilever (NL0000009348) il 2,1% e Beiersdorf (DE0005200000) il 2,7%.

Vonovia (DE000A1ML7J1) ha guadagnato il 3,4%. Le autorità antitrust tedesche hanno deciso che maggiore gruppo immobiliare della Germania può acquistare il rivale Deutsche Wohnen (DE000A0HN5C6).

Airbus (NL0000235190) ha guadagnato il 2,9%. Il costruttore di aerei ha comunicato di aver ricevuto più di 1.000 ordini netti nei primi undici mesi del 2015.

Il calo del prezzo del petrolio ha penalizzato anche oggi i petroliferi. BP (GB0007980591) ha perso il 3,4%, Royal Dutch Shell (GB00B03MLX29) il 4,2% e Total (FR0000120271) l’1,4%.

Electrolux (SE0000103814) ha perso il 13,4%. General Electric (US3696041033) ha rinunciato a vendere le sue attività negli elettrodomestici a causa al gruppo svedese dell’opposizione delle autorità antitrust statunitensi.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS