Borsainside.com

Le borse europee chiudono ancora in ribasso, male i farmaceutici

Le borse europee chiudono ancora in ribasso, male i farmaceutici
Le borse europee hanno chiuso anche oggi in ribasso. © Shutterstock

Londra ha perso lo 0,1%, Madrid lo 0,1%, Francoforte lo 0,8%, Parigi l’1% e Zurigo lo 0,9%. In ripresa minerari e petroliferi. Sgomma Volkswagen.

Le principali borse europee hanno chiuso anche oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,1%, l'IBEX a Madrid lo 0,1%, il DAX a Francoforte lo 0,8%, il CAC40 a Parigi l’1% e lo SMI a Zurigo lo 0,9%.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso dello 0,6%.

La seduta è stata volatile. Sui mercati continua a sussistere un elevato nervosismo a causa del rallentamento dell’economia cinese e del probabile inizio della stretta monetaria negli USA.

Il settore farmaceutico è stato particolarmente debole. Bayer (DE0005752000) ha perso il 2,1%. L’EMA, l'Agenzia europea per i medicinali, sta indagando su eventuali irregolarità durante uno studio clinico per l’approvazione dello Xarelto, il farmaco per la prevenzione del tromboembolismo venoso sviluppato dal gruppo tedesco. Tra gli altri farmaceutici AstraZeneca (GB0009895292) ha perso lo 0,8%, Novartis (CH0012005267) l’1,2%, Roche (CH0012032048) l’1,1% e Sanofi (FR0000120578) l’1,8%.

Syngenta (CH0011037469) ha guadagnato l’1,7%. Il gruppo svizzero ha beneficiato delle voci di fusione tra i suoi rivali statunitensi Dow Chemical (US2605431038) e DuPont (US2635341090).

Volkswagen (DE0007664039) ha guadagnato il 6,2%. Il gruppo tedesco ha comunicato che la manipolazione di motori diesel riguarda solo 36mila auto, molto meno degli 800mila preventivati.

I minerari ed i petroliferi hanno registrato una ripresa sulla scia dei prezzi delle materie prime. Nel settore minerario BHP Billiton (GB0000566504) ha guadagnato il 3,7% e Rio Tinto (GB0007188757) il 3,8%. Nel settore petrolifero Royal Dutch Shell (GB00B03MLX29) ha guadagnato l’1,6% e Total (FR0000120271) lo 0,9%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS