Borse europee: Chiusura in forte flessione, Madrid la peggiore

Borse europee: Chiusura in forte flessione, Madrid la peggiore
Forti vendite sulle borse europee. © Shutterstock

Londra ha perso l’1,9%, Parigi il 2,4%, Madrid il 2,8%, Francoforte il 2,5% e Zurigo il 2,4%. Crollano i minerari.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi in forte flessione. Il FTSE 100 a Londra ha perso l’1,9%, il CAC40 a Parigi il 2,4%, l'IBEX 35 a Madrid il 2,8%, il DAX a Francoforte il 2,5% e lo SMI a Zurigo il 2,4%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso del 2,4%.

La giornata è iniziata già molto negativamente con il nuovo tonfo delle borse cinesi. Lo Shanghai Composite ha perso il 3,5% ed è entrato in fase orso. Il prezzo del petrolio ha ripreso inoltre a scendere. Già in mattinata il Brent ed il WTI sono tornati sotto quota $30 al barile. Nel pomeriggio sono arrivate ulteriori impulsi negativi d’oltreoceano. I dati macroeconomici pubblicati negli USA sono stati inferiori alle attese segnalando un rallentamento della prima economia mondiale.

Le vendite hanno colpito tutti i settori con i minerari chiaramente in fondo alla lista dei ribassi. Anglo American (GB00B1XZS820) ha perso l’11,5%, BHP Billiton (GB0000566504) il 6,4% e Glencore (JE00B4T3BW64) il 6,5%.

Anche i bancari hanno sofferto in particolar modo. Deutsche Bank (DE0005140008) ha perso il 4,1%, Société Générale (FR0000130809) il 5,8% e UBS (CH0024899483) il 3,9%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Il deludente outlook fornito da Intel (US4581401001) ha pesato sul settore dei semiconduttori. ASML (NL0000334365) ha perso il 4,5%, Infineon (DE0006231004) il 4,8% e STMicroelectronics (NL0000226223) il 5,1%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption