Eurozona: La domanda interna sostiene la crescita

La ripresa economica dell’Eurozona continuerà ad un ritmo moderato. Lo affermano nel loro Economic Outlook Istat, Insee e Ifo.

Il PIL della zona euro è previsto aumentare dello 0,4% in ciascuno dei primi tre trimestri del 2016. Gli uffici di statistica di Italia, Francia e Germania indicano che la crescita sarà sostenuta dalla domanda interna. “L’incremento del potere d’acquisto delle famiglie, stimolato dal calo dei prezzi del petrolio, è previsto sostenere i consumi privati mentre il rilevante afflusso di profughi, soprattutto in Germania, alimenterà i consumi pubblici e i trasferimenti”, si legge nell’Economic Outlook.

Istat, Insee e Ifo aggiungono che la ripresa degli investimenti, legata al crescente utilizzo della capacità produttiva, seguirà un ritmo crescente nei primi tre trimestri del 2016, favorita dal basso costo del denaro.

Assumendo che il prezzo del petrolio si stabilizzi intorno a 40 dollari al barile e il cambio euro-dollaro fluttui attorno a 1,12, l’inflazione è prevista rimanere in territorio negativo nel secondo trimestre (-0,1%), prima di recuperare leggermente nel trimestre successivo (+0,3%).

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borse Europee

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.