Brexit: Cameron si dimette, la Borsa di Londra brucia 100 miliardi

Brexit: Cameron si dimette, la Borsa di Londra brucia 100 miliardi
Pioggia di vendite alla Borsa di Londra. © Shutterstock

Il FTSE 100 è sceso fino a 5.788 punti. Crollano i bancari.

CONDIVIDI

Il premier britanico, David Cameron, ha annunciato le dimissioni dopo l’esito del referendum sulla Brexit. Il fronte del “Leave” ha vinto sul “Remain” con quasi il 52% dei voti. Cameron ha spiegato che resterà a Downing Street altri tre mesi, ma che poi sarà necessaria una nuova leadership per guidare i negoziati con l'Unione Europea.

La notizia della Brexit ha scatenato una pioggia di vendite alla Borsa di Londra. Il FTSE 100 è sceso fino a 5.788 punti, dai 6.338 punti di ieri. In pochi minuti sono andati in fumo più di 100 miliardi di sterline. A soffrire maggiormente sono i titoli del settore finanziario. Barclays (GB0031348658) e Lloyds Banking Group (GB0008706128) perdono al momento circa il 25%. La Bank of England ha comunicato poco fa di essere pronta ad intervenire con fondi addizionali di 250 miliardi di sterline per sostenere il mercato. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

La sterlina ha recuperato intanto un po’ di terreno. Dopo essere sceso fino a 1,3231 il cambio sterlina-dollaro quota al momento a 1,3816.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption