Borsainside.com

Metalli: Zinco ai massimi da 15 mesi dopo dati Cina

Metalli: Zinco ai massimi da 15 mesi dopo dati Cina
Quasi tutti i metalli industriali salgono oggi a Londra. © Shutterstock

Salgono anche i prezzi di stagno, piombo e rame. Scende l'alluminio. Tornano gli acquisti sui minerari.

Il prezzo dello zinco è salito oggi a Londra ai massimi da 15 mesi. Acquisti anche su quasi tutti gli altri metalli industriali dopo che l’attività manifatturiera cinese è tornata ad agosto inaspettatamente a crescere. Il prezzo dello stagno è salito ai massimi da 19 mesi, in rialzo anche il piombo ed il rame, mentre l’alluminio scende a causa dei timori legati alle sovraccapacità.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

L'indice PMI della CFLP (China Federation of Logistics and Purchasing) relativo al settore manifatturiero cinese è salito ad agosto, rispetto a luglio, da 49,9 a 50,4 punti. Si tratta del più alto livello dall’ottobre del 2014. Gli economisti avevano previsto un indice invariato a 49,9 punti. La ripresa dell’attività manifatturiera in Cina, il maggiore consumatore mondiale di metalli, è stata favorita dagli stimoli lanciati dal governo.

Il prezzo dello zinco è salito al London Metal Exchange (LME) fino a $2.338,50 per tonnellata, ovvero ai massimi livelli dal maggio del 2015. A contribuire al rialzo delle quotazioni dei metalli è anche l’indebolimento del dollaro. Se la valuta statunitense scende le materie prime denominate nel biglietto verde diventano più appetibili per chi possiede altre divise.

Il piombo guadagna circa lo 0,8% a $1.920,50 per tonnellata, si tratta del più alto livello dal giugno del 2015, mentre lo stagno ha toccato $19.040 per tonnellata, ovvero i massimi dal febbraio dal 2015. Da notare è che le scorte di stagno disponibili per la consegna sono scese oggi a Londra ai più bassi livelli dal giugno 2005.

Il prezzo del rame, che martedì aveva toccato i minimi da dieci settimane, sale dello 0,3% a circa $4.631 per tonnellata. L’alluminio scende invece dello 0,5% e quota ai minimi da fine luglio a $1.606 per tonnellata.

I rialzi delle quotazioni dei metalli industriali hanno fatto tornare gli acquisti sui minerari. Glencore (JE00B4T3BW64) guadagna il 2%, Rio Tinto (GB0007188757) lo 0,7% e Antofagasta (GB0000456144) l’1,2%.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS