Eurozona, debito secondo trimestre al 91,2%, male Grecia e Italia

L’Eurostat ha comunicato oggi che il rapporto debito pubblico/PIL della zona euro è sceso nel secondo trimestre del 2016, rispetto al trimestre precedente, dal 91,3% al 91,2%. In valori assoluti la montagna del debito è cresciuta da 9,61 bilioni di euro a 9,68 bilioni di euro.

Il livello più alto di indebitamento lo ha ancora registrato la Grecia, (179,2% dal 176,1% del primo trimestre). L’Italia resta seconda con un rapporto debito pubblico/PIL al 135,5%, in aumento dal 135% del trimestre precedente. Segue il Portogallo con il 131,7%.

I Paesi più virtuosi sono stati nel secondo trimestre l’Estonia (9,7%) e il Lussemburgo (22%).

Anche il rapporto deficit/PIL è calato nell’Eurozona nel secondo trimestre, all’1,5%, dall’1,6% del trimestre precedente. L’Eurostat non ha fornito dettagli relativi ai singoli Paesi.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borse Europee

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.