Metalli: Il rame resiste alle vendite, dati Cina sostengono i prezzi

Metalli: Il rame resiste alle vendite, dati Cina sostengono i prezzi
Il rame si è apprezzato lievemente. © Shutterstock

Il future a tre mesi ha chiuso al LME in rialzo di un solo dollaro a $4.920 per tonnellata.

CONDIVIDI

Il rame ha resistito oggi alle prese di beneficio che hanno colpito i metalli di base. Dopo essere sceso fino a $4.866, il future a tre mesi ha chiuso al LME (London Metal Exchange) in rialzo di un solo dollaro a $4.920 per tonnellata. Si tratta dell’ottava seduta positiva di fila.

La crescente incertezza relativa alle prossime elezioni presidenziali statunitensi ha avuto come conseguenza una riduzione della tendenza al rischio sui mercati. Ne hanno fatto le spese anche i metalli di base. Il rame ha però tenuto dopo che ieri gli indici relativi all’attività manifatturiera cinese hanno segnalato un rafforzamento dell’economia del primo consumatore mondiale del metallo rosso.

A sostenere i prezzi è stato inoltre l’ulteriore indebolimento del dollaro. Il Dollar Index è sceso oggi fino a 97,18 punti, dai 97,74 punti di ieri. Se il dollaro si indebolisce le materie prime denominate nella valuta statunitense, come il rame, diventano più appetibili per chi possiede altre divise.

Tra gli altri metalli industriali l’alluminio ha perso lo 0,5% a $1.726,50, il nichel lo 0,9% a $10.320, il piombo lo 0,8% a $2.054, lo stagno lo 0,4% a $20.775 e lo zinco l’1,6% a $2.426.

La maggior parte dei principali titoli minerari ha chiuso oggi in rosso al London Stock Exchange (LSE). Antofagasta (GB0000456144) ha perso lo 0,5%, BHP Billiton (GB0000566504) lo 0,9% e Rio Tinto (GB0007188757) lo 0,5%. Anglo American (GB00B1XZS820) ha guadagnato lo 0,6% e Glencore (JE00B4T3BW64) lo 0,2%.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro