Borsainside.com

Il prezzo del rame riprende a salire, +0,4% al LME

Il prezzo del rame riprende a salire, +0,4% al LME
Il prezzo del rame ha ripreso a salire. © Shutterstock

Il future a tre mesi ha chiuso a $5.569 per tonnellata.

Dopo una seduta di pausa il prezzo del rame ha ripreso oggi a salire al LME (London Metal Exchange). Il future a tre mesi ha guadagnato lo 0,4% a $5.569 per tonnellata. Il prezzo del rame era sceso venerdì per la prima volta dopo quattordici sedute positive di fila.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Gli investimenti in capitale fisso nelle aree urbane sono aumentati in Cina nel periodo gennaio-ottobre dell’8,3%, dal +8,2% del mese precedente. La notizia ha indicato che l'attività nel settore cinese delle costruzioni, un importante consumatore del metallo rosso, resta robusta.

Gli investitori continuano inoltre a scommettere che i forti investimenti promessi da Donald Trump nelle infrastrutture faranno aumentare significativamente la domanda di rame da parte degli Stati Uniti.

Macquarie ha alzato le sue stime sul prezzo medio del rame nel 2017 a $5.350 per tonnellata. La banca d’affari australiana si attende che un leggero eccesso di offerta negli anni 2018 – 2019 farà scendere il metallo a $5.000 tonnellata ma che più tardi tornerà ad esserci un deficit e la quotazione salirà a $6.000 per tonnellata.

A frenare i guadagni del prezzo del rame è stato oggi il nuovo apprezzamento del dollaro. Il Dollar Index ha sfiorato oggi 100 punti toccando i massimi livelli da 11 mesi. Se il dollaro si rafforza le materie prime denominate nella valuta statunitense diventano meno appetibili per chi possiede altre divise.

Tra gli altri metalli di base, il piombo ha guadagnato oggi al LME il 4% a $2.195 e lo zinco il 5,5% a $2.607. L’alluminio ha perso lo 0,6% a $1.735, il nichel lo 0,4% a $11.260 e lo stagno il 2,6% a $20.830.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS