Cambio euro-dollaro precipita sotto quota 1,04. Presto la parità?

Cambio euro-dollaro precipita sotto quota 1,04. Presto la parità?
© Shutterstock

L'euro è sceso ai minimi dal 2003. Molte banche d'affari si attendono la parità nel corso dei prossimi trimestri.

CONDIVIDI

L’euro ha accelerato al ribasso. La moneta unica è scesa fino a 1,0395 dollari. Era dall’inizio del 2003 che l’euro non scendeva sul forex sotto 1,04 dollari. Allora gli Stati Uniti erano in proncinto di invadere l’Iraq. La Banca Centrale Europea aveva fissato ieri il cambio euro-dollaro a 1,0644 (martedì: 1,0610).

Sulla moneta unica pesa la sempre più chiara divergenza di politica monetaria tra la BCE e la Federal Reserve. Mentre l'Eurotower ha esteso la scorsa settimana il suo programma di allentamento quantitativo al dicembre del 2017, l’istituto statunitense ha alzato ieri i suoi tassi d'interesse di 25 punti base indicando di attendersi che la normalizzazione della sua politica monetaria procederà ad un ritmo più veloce del previsto. Gli esponenti della Fed prevedono ora infatti per il prossimo anno tre ulteriori rialzi dei tassi, contro i due previsti in precedenza. Il target di lungo termine per i Fed Funds è stato inoltre alzato al 3,0%.

Molte banche d’affari, tra cui Société Générale, si attendono che il cambio euro-dollaro raggiungerà presto la parità. La casa d’investimento francese ha osservato che mentre l’economia statunitense accelererà, i rischi politici in Europa continueranno a sussistere. Gli analisti prevedono una cambio euro-dollaro a 1 entro marzo. Anche J.P. Morgan si attende la parità tra le due valute sarà raggiunta nel corso del primo trimestre del 2017. Barclays si aspetta che l’euro scenderà a quota 1 dollaro entro il terzo trimestre del prossimo anno per poi scendere ulteriormente.

Il dollaro continua ad apprezzarsi anche rispetto alle altre principali valute. Il biglietto verde è salito fino a 118,67 yen, ovvero ai massimi da gennaio. Il dollaro è in procinto di mettere a segno rispetto alla valuta giapponese il più forte rialzo trimestrale da più di vent’anni, dopo che ha guadagnato dall’inizio di ottobre circa il 17%.

Rispetto al franco svizzero il dollaro ha toccato oggi un massimo a 1,0325. La sterlina è scesa fino a 1,2401 dollari.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro