Eurozona al record di crescita da quasi sei anni, ma l’Italia fatica

Eurozona al record di crescita da quasi sei anni, ma l’Italia fatica
© Shutterstock

La crescita è accelerata a febbraio in tutte e quattro le nazioni principali dell'area della moneta unica.

CONDIVIDI

IHS Markit ha comunicato oggi che il suo indice PMI Composite per la zona euro è salito a febbraio, rispetto a gennaio, da 54,4 a 56 punti, ovvero ai massimi dall’aprile del 2011. Il dato è conforme alla lettura preliminare e alle stime degli economisti.

Ricordiamo che un valore superiore a 50 punti segnala una crescita dell'intera attività nella zona euro mentre un valore inferiore indica una contrazione.

L'indice relativo al settore dei servizi è salito a 55,5 punti, dai 53,7 punti di gennaio. Gli esperti avevano previsto una conferma della stima preliminare che aveva indicato 53,6 punti.

Già mercoledì IHS Markit aveva comunicato che l'indice PMI manifatturiero è salito a febbraio, rispetto a gennaio, da 55,2 a 55,4 punti, ovvero ai più alti livelli dall’aprile del 2011. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

“Il PMI finale descrive un quadro di un’economia dell’eurozona che inizia a lavorare a pieno regime”, indica IHS Markit in una nota. “A febbraio – aggiunge - la crescita è accelerata in tutte e quattro le nazioni principali mostrando una ripresa sempre più sostenibile e robusta. In questo primo trimestre sia la Francia che la Germania sembrano puntare a raggiungere una crescita dello 0,6%, con la Spagna in corsa per almeno lo 0,7%. L’Italia fatica a tenere il passo, godendosi tuttavia il migliore incremento in oltre un anno, con la possibilità di veder crescere il proprio PIL a 0,4% durante il primo trimestre”.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption