Borsainside.com

Previsioni euro, cresce l’attesa per la prossima settimana

euro

Euro in attesa di novità sul fronte macro / elettorale.

Nel generalizzato recupero del dollaro statunitense avvenuto ieri, l’euro ha reagito facendo marcia indietro verso quota 1,06 EUR/USD. Non dovrebbe stupire un eventuale ulteriore calo delle quotazioni della valuta unica europea, che potrebbe rimanere anche per qualche giorno all’interno del corridoio 1,05-1,06 EUR/USD che, tuttavia, difficilmente sarà sfondato al ribasso: il sostegno a quota 1,05 EUR/USD riteniamo infatti possa essere piuttosto forte, e non ci attendiamo progressioni in diminuzione stabile sotto questi livelli, peraltro coerenti con quello che è l’attuale quadro macro dell’area euro, dove la ripresa si va consolidando ma in maniera molto graduale, e dove l’inflazione – pur dando evidenti segnali di risalita – si mantiene ancora piuttosto lenta e non costante.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Peraltro, lo scenario brevemente tracciato sopra dovrebbe confermarsi anche nel corso della prossima settimana sulla scia dei dati di inflazione di marzo (stima finale) di mercoledì e dai PMI di aprile di venerdì: un mix di dati che – salvo sorprese non pronosticabili – dovrebbe dare ragione all’approccio cauto della Banca Centrale Europea, che da una parte si prepara si a porre a termine la fase espansiva (lo scenario centrale prevede un simile intervento tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018), ma dall’altra parte, sul breve periodo, preferisce sottolineare che non ci sono ancora le condizioni per modificare la guidance di politica monetaria e, soprattutto, sui tassi.

Da non sottovalutare – sempre in merito alle pressioni che l’euro potrebbe subire nel corso dei prossimi giorni, il fatto che la settimana a venire sarà quella del conto alla rovescia per il primo turno delle presidenziali francesi, in programma il 23 aprile. Lo schieramento della Le Pen è ancora favorito dai sondaggi, ma questo non significa che possa avere la meglio, considerato che il meccanismo a doppio turno non la favorisce, e che i francesi potrebbero scegliere, al ballottaggio, un candidato più “tradizionale”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS