Investire in azioni petrolifere: dopo aumento quotazione petrolio, quali titoli comprare?

Quali azioni petrolifere conviene comprare a seguito dell’aumento della quotazione del petrolio? E’ questa la domanda alla base di un report degli analisti di Societe Generale tutto incentrato sulle prospettive dei titoli del comparto oil.

Secondo gli esperti francesi, il movimento rialzista della quotazione del brent ha riaperto il dibattito sui titoli migliori del comparto oil. Le azioni finite sotto esame nel report di SogGen sono sette tra cui anche l’italiana Eni

In pratica il report di SocGen è utilissimo proprio perchè fa piena luce sulle ripercussioni che l’aumento della quotazione del petrolio potrebbe generare sull’andamento in Borsa delle sette big del settore. Proprio per questo motivo, l’analisi di SocGen è utile tanto a chi ha scelto di comprare azioni in modo diretto quanto a chi preferisce investire in azioni con il trading di Cfd. 

Secondo SocGen i sette titoli che potrebbero subire ripercussioni a seguito dell’aumento del prezzo del petrolio sono: 

  • BP: sul colosso petroliferp inglese, SocGen vanta un rating buy e un target price a quota 580 pence. Gli esperti ricordano che il rendimento della cedola di BP è pari al 6,8% sia sull’esercizio 2016 che sull’esercizio 2017
  • Eni: rating hold (ossia mantenere) e prezzo obiettivo a 14,5 euro per il colosso italiano alla cui guida è stato confermato proprio ieri l’attuale ad Descalzi. SoGen ricorda che Eni ha un dividend yield del 5,2% negli esercizi 2016 e 2017
  • Shell: rating hold e target price a 2450 pence per quello che è ritenuto come uno dei colossi mondiali del greggio. SogGen ricorda che Shell ha un rendimento della cedola pari al 6,8% sia in relazione all’esercizio 2016 che in relazione al 2017
  • Statoil: per gli analisti di SogGen, le azioni Statoil sono da comprare. Il target price sul titolo novergese è fissato a 172 corone. Il dividend yield di Statoil è del 5% sia sull’esercizio 2016 che sull’esercizio 2017
  • Total: rating buy e target price a 55 euro per il colosso francese del petrolio. Secondo Sociene Generale, quindi, il titolo Total è da comprare. Nel report gli esperti ricordano che il rendimento della cedola di Total è pari al 5,1% sia sull’esercizio 2016 che sull’esercizio 2017
  • Galp: rating hold e target price a 13,9 euro per la compagnia petrolifera del Portogallo. Gli esperti di SocGen, come nel caso di Eni, non vanno oltre la semplice conferma di consiglio di “mantnere” in portafoglio. SoGen ricorda che il rendimento del dividendo di Galp è del 3,4% sia sul 2016 che sul 2017
  • Omh: rating buy e target price a 38,4 euro per la compagnia austriaca. Secondo Societe Generale, quindi, le azioni Omh sono da comprare. Il titolo del colosso austriaco tratta a premio rispetto ai competitor europei. Il rendimento del dividendo di Omh è del 3,4% sia in relazione all’esercizio 2016 che per quanto riguarda l’esercizio 2017. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borse Europee

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.