Atlantia: L'utile netto cresce nel 2010 del 21,4% a 683 milioni

L'operatore di autostrade si attende per il 2011 un miglioramento dei risultati operativi della gestione.

CONDIVIDI
Atlantia (IT0003506190) ha annunciato oggi di aver aumentato nel 2010 i ricavi del 7,5% a €3,75 miliardi, l'Ebitda del 6,8% a €2,28 miliardi e l'utile netto del 21,4% a €683 milioni. L'operatore di autostrade indica in una nota che sulla rete italiana il traffico ha mostrato lo scorso anno una sostanziale stazionarietà, ma con una ripresa della componente veicoli pesanti, che nel 2010 fa registrare una crescita dell'1,3% rispetto al 2009, con un beneficio addizionale sui ricavi da pedaggio pari allo +0,5%. Le società concessionarie controllate e partecipate all'estero hanno registrato complessivamente un incremento del traffico del 7%. I clienti Telepass sono aumentati rispetto al 31 dicembre 2009 di 447.200 unità a 7,5 milioni di unità.
Atlantia si attende per quest'anno, nonostante il quadro macroeconomico di scarsa prevedibilità, un miglioramento dei risultati operativi della gestione rispetto a quelli registrati nel 2010. Il Consiglio di Amministrazione proporrà dell'Assemblea dei Soci la distribuzione di un saldo dividendo di €0,391 per azione. Il saldo dividendo si aggiunge all'acconto di €0,355 euro già distribuito nel mese di novembre 2010, per un dividendo totale di competenza dell'esercizio 2010 di €0,746 euro. Atlantia osserva che il dividendo per azione rimane pertanto invariato rispetto al 2009 anche se, per effetto dell'aumento di capitale gratuito intervenuto a giugno 2010 (in ragione di 1 nuova azione ogni 20), il dividendo distribuito complessivamente risulta in crescita del 5% rispetto al 2009.
Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro