BCE, Draghi: elevata incertezza e rischi al ribasso per economia

L'istituto di Francoforte ha tagliato leggermente le stime sul PIL della zona euro nel 2013.

CONDIVIDI
L'economia della zona euro resta debole, con una elevata incertezza e crescenti rischi al ribasso. Lo ha affermato oggi Mario Draghi nella conferenza stampa che ha seguito la riunione del consiglio direttivo della Banca Centrale Europea. Il Presidente dell'istituto di Francoforte ha osservato che gli indicatori segnalano un indebolimento dei tassi di crescita nel secondo trimestre. Draghi ha confermato di attendersi una ripresa graduale nel corso dell'anno. La BCE ha però tagliato leggermente le stime sul PIL nel 2013 dal +1,1% a +1%. Per quanto riguarda l'inflazione Draghi ha ribadito che dovrebbe restare al di sopra del 2% per il resto del 2012 e scendere sotto questa soglia solo a inizio 2013. Draghi ha ammesso che il mercato interbancario non sta funzionando. La BCE continuerà perciò a fornire liquidita' illimitata alle banche con le aste a breve termine fino alla fine del 2012. Draghi ha spiegato che la BCE monitorerà molto da vicino gli ulteriori sviluppi ed è pronta ad agire. Draghi ha d'altra parte avvertito che l'Eurotower non può risolvere tutti i problemi.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro