BCE: I rischi di inflazione sono in aumento

Secondo la BCE l'impostazione di base dell'economia resterebbe positiva.

CONDIVIDI
Nel suo Bollettino mensile di marzo la Banca Centrale Europea avverte che i rischi di inflazione sono in aumento, in gran parte a causa del rincaro dei prezzi delle materie prime. L'istituto di Francoforte indica di essere pronto ad intervenire con fermezza e tempestività per garantire la stabilità dei prezzi nel medio periodo. Per il 2011 la BCE si attende un tasso d'inflazione tra il 2% e il 2,6% e per il 2012 tra l'1% e il 2,4%. Secondo la BCE i recenti dati avrebbero evidenziato che l'impostazione di base dell'economia della zona euro resta positiva, tuttavia il livello di incertezza rimane elevato. Per il 2011 la BCE prevede una crescita del PIL tra l'1,3% e il 2,1% e per il 2012 tra lo 0,8% e il 2,8%. La BCE esorta le banche ad ampliare l'offerta di credito al settore privato e allo stesso tempo a rafforzare la loro situazione patrimoniale. La BCE invita inoltre i Paesi membri ad attuare pienamente i piani di risanamento e, se necessario, a prendere delle ulteriori misure per rafforzare le finanze pubbliche e il potenziale di crescita.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption